Il TRENTINO ED IL SUO PAESAGGIO

Il paesaggio trentino, con i suoi incredibili panorami, non smette mai di stupire e non può proprio deludere le vostre aspettative! Piramidi di terra, grotte favolose, aridi deserti rocciosi, ghiacciai perenni, torrenti d’acqua spumeggiante, valli incontaminate, pascoli che invitano alle passeggiate, foreste grandiose abitate da faggi, larici e abeti centenari, svettanti pareti di roccia che invitano all’avventura…Il Trentino con le sue vette offre ai visitatori vacanze indimenticabili, paesaggi mozzafiato, escursioni e passeggiate per tutti coloro che amano vivere e respirare la natura. Il territorio è pressochè totalmente montano, ad esclusione delle piccole aree pianeggianti situate nei fondovalle percorsi dai fiumi maggiori della Provincia. La distribuzione altimetrica del Trentino è compresa tra la quota più bassa rappresentata dal Lago di Garda (65 m s.l.m.) e la quota più alta raggiunta dal monte Cevedale (3764 m s.l.m.). Il Trentino è interessato dalla sezione occidentale delle Dolomiti, dalle vette e dai ghiacciai del Cevedale e dell’Adamello e da un’ampia serie di monti “minori” delle Prealpi. Le Dolomiti il 26 giugno 2009 a Siviglia sono state ufficialmente riconosciute dall’Unesco come Patrimonio Mondiale Naturale dell’Umanità. Con il 53 per cento del territorio ricoperto da boschi e pascoli, 300 laghi alpini, e 1.100 chilometri quadrati protetti, il Trentino afferma il proprio impegno nella difesa dell’ambiente naturale, che rappresenta oggi la principale risorsa economica. In Trentino sono tre i Parchi Naturali che meritano di essere visitati, il Parco Nazionale dello Stelvio si estende per una vasta area, si tratta infatti del più grande parco dell’arco alpino. Per questo motivo abbraccia differenti paesaggi, dagli alti ghiacciai alle verdeggianti praterie attraversate da freschi torrenti, il Parco Adamello – Brenta e il Parco di Paneveggio-Pale di San Martino.

IL TRENTINO E LO SPORT

In Trentino fare sport è una cosa naturale, istintiva. Grazie alla sua particolare conformazione, questa regione offre un’incredibile varietà di ambienti e di climi, ed è perciò particolarmente adatta a soddisfare tutte le esigenze. Dagli oltre 3 mila metri dei ghiacciai perenni (sui quali è possibile sciare anche in pieno agosto) al clima mediterraneo del Lago di Garda (famoso in tutto il mondo per il windsurf e la vela), il Trentino è oggi considerato un paradiso per l’attività all’aperto e per il sano movimento fisico da tutti coloro che amano un soggiorno immerso nella natura. Il Trentino presenta un incredibile numero di strutture sciistiche: impianti veloci e modernissimi e complessi sciistici che si susseguono valle dopo valle nel favoloso scenario dolomitico (oltre 300 impianti di risalita, 800 chilometri di piste da discesa, migliaia di cannoni che assicurano l’innevamento programmato del 90% delle piste). Circa 1600 maestri di sci alpino e sci nordico offrono anche la possibilità di intraprendere nuove specialità come lo snowboard, il telemark, il fondo escursionistico e l’insegnamento dello sci ai bambini e ai portatori di handicap. Lo sci nordico offre agli appassionati i Centri per il Fondo distribuiti su 500 chilometri di tracciati. In Val di Fiemme allo Stadio del Salto si effettuano manifestazioni a livello internazionale di salto con gli sci. In Val di Sole, al Passo del Tonale, si può sciare tutto l’anno a quota 3000 metri, sul ghiacciaio Presena, dove regnano le nevi eterne. Il Trentino è coperto, per oltre il 53% della superficie, da boschi e pascoli di montagna, ed è attraversato da oltre 7 mila chilometri di sentieri, tutti serviti da numerosi rifugi e bivacchi: è un luogo ideale sia per la semplice passaggiata di poche ore che per il trekking di più giornate. Ma ci si può spingere anche alle quote più elevate, scalando cime o attraversando i ghiacciai lungo itinerari di diverso grado di difficoltà. Praticamente in ogni paese e stazione turistica è a disposizione una sezione della SAT (Società degli Alpinisti Tridentini) per avere informazioni tecniche. La vela e il windsurf si possono praticare su una decina di laghi in Trentino, tra i quali il Lago di Garda, a Torbole e Riva del Garda, capitali della vela e del windsurf, e il Lago di Ledro, i laghi di Levico e Caldonazzo, quelli di Serraia a Baselga di Piné e di Molveno. In queste località, oltre alla possibilità di frequentare corsi, sono garantiti i servizi tecnici come il noleggio e la riparazione di imbarcazioni e dell’attrezzatura. Sui laghi del Trentino la navigazione a motore è vietata, lasciando così tutto lo spazio agli amanti della navigazione a vela e del windsurf. Sui Laghi di Garda e di Levico-Caldonazzo viene proposta una ricca stagione di regate, anche internazionali. Sul Lago di Garda, Arco è la patria del climbing e del nordic walking; tutt’intorno, un mondo di percorsi per mountain-bike e cycling, tra l’acqua e il cielo, dai 65 ai 2000 metri, sentieri, falesie e vie ferrate: una palestra naturale in cui praticare tutti gli sport. Canoa, kayak e rafting. Le “palestre” ideali per provare l’esperienza di una discesa mozzafiato in canoa, kayak e rafting sono i torrenti Noce in Val di Sole, il Sarca in Val di Genova, il Chiese nell’omonima valle, il rio Travignolo nel Parco naturale Paneveggio Pale di San Martino, il Vanòi in Valle del Vanòi, solo per ricordare i più importanti. Soprattutto in Val di Sole canoa e kayak sono di casa e le acque vorticose sono tra le più apprezzate in Europa per questi sport. Nella zona del Lago di Garda numerose forre, gole e canyon consentono di provare l’emozione del canyoning con discese di varia difficoltà. Nuoto e immersioni. I numerosi bacini lacustri e gli attrezzati centri natatori consentono molte possibilità per chi intende praticare il nuoto o provare l’emozione delle immersioni subacquee. Sono attivi numerosi Club e Associazioni di amanti delle immersioni, come quelli sotto l’egida della Federazione trentina pesca sportiva e attività subacquea (Trento, tel. 0461 260679), oppure i corsi con didattica PADI, che assicurano corsi d’istruzione di vario livello. E per chi si accontentasse di una salutare nuotata vi sono molte piscine, coperte e scoperte, per adulti e bambini. Pesca. In Trentino l’abbondanza di acque pulite, costantemente monitorate e controllate, richiama numerosi amanti della pesca: sono oltre 1.100 i chilometri di torrenti e fiumi e circa 300 i laghi e i bacini nei quali gli appassionati della canna e lenza trovano occasione di gettare gli ami.

IL TRENTINO ED IL BENESSERE

Il Trentino è caratterizzato da una presenza variegata di acque termali, già conosciute e apprezzate sin dall’epoca romana fino ad arrivare ai nobili d’Asburgo. Oggi centri come le Terme di Levico o le terme di Roncegno sono luoghi riconosciuti anche a livello internazionale, dove le acque pure avvolgeranno il vostro corpo regalandovi una sensazione di profondo benessere. Inoltre, negli ultimi anni il Trentino è divenuto una delle regioni più importati a livello nazionale per l’esercizio della Fitobalneoterapia, ovvero nella pratica dei bagni d’erba, antico trattamento termale tradizionale che ha pochi eguali nel mondo, attuata a Garniga Terme sul monte Bondone. Le acque del Trentino sono un rimedio assolutamente naturale ed efficace di cui si può beneficiare in differenti stazioni di montagna, caratterizzate da proprietà specifiche e in alcuni casi uniche in Italia. Accanto all’acqua c’è la natura che offre erbe medicinali e medicamentose, che possono essere usate per la cura e il benessere fisico. Soggiornare negli stabilimenti termali anche solo per pochi giorni aumenta l’ossigeno nel sangue, migliora il metabolismo e la pressione.

IL TRENTINO E LE SUE TRADIZIONI

Terra di passaggio e crocevia tra culture diverse, il Trentino ha saputo conservare nei secoli la propria identità, conservando con cura le proprie tradizioni. In questi luoghi il senso del sacro è ancor oggi il filo conduttore per penetrare nell’animo più profondo del popolo trentino, che ha saputo esprimersi attraverso opere architettoniche ed artistiche di estremo valore.Basti pensare alle innumerevoli chiese affrescate, ai santuari e agli eremi. Non meno importanti sono i musei di usi e costumi, etnografia, geologia, natura, arte, storia. In ogni stagione nelle valli del Trentino si organizzano feste legate alle tradizioni popolari, conservate nei secoli e fatte oggi rivivere attraverso i costumi, le danze, gli appuntamenti rituali. Molte delle feste tradizionali di questa regione mantengono un colore tirolese, data la stretta connessione culturale di questa zona con la sfera linguistio-culturale austriaca. Tutto ciò rende le celebrazioni del Trentino molto affascinanti e piuttosto originali rispetto alle altre tradizioni del nord Italia.

IL TRENTINO E LA GASTRONOMIA

Terra racchiusa tra i monti, il Trentino ha saputo conservare quasi immutata la sua tradizione gastronomica. Il Trentino è il luogo ideale per una vacanza enogastronomica. Il connubio del microclima mediterraneo del lago di Garda e l’ambiente tipicamente alpino favoriscono la produzione di svariati tipi di prodotti agroalimentari. 
In tutte le stagioni dell’anno ci attendono fragranze, sapori e gusti unici. Ogni giorno di vacanza può essere accompagnato dal gusto: mele, funghi, lamponi, fragole, castagne, miele,olio, formaggi, salumi, vini, spumanti e grappe. 
Percorrere le Strade dei Vini e dei Sapori del Trentino ti porta alla scoperta di una terra che è bella naturalmente, ma anche culturalmente. 
Nel succedersi delle stagioni, le feste e le sagre popolari riportano in luce usanze e costumi del popolo trentino, che hanno fatto la storia di ogni prodotto e di ogni piatto tipico. La vacanza enogastronomica ti porta a conoscere la gente, i contadini, i produttori, a visitare paesi e vallate, fuori dai soliti itinerari turistici.