Toscolano Maderno è una deliziosa località situata sulla riva occidentale del Lago di Garda, al centro della Riviera dei Limoni e e fa parte del Parco regionale dell’Alto Garda Bresciano. Il comune sorge su un grande promontorio racchiuso tra il porto di Toscolano e il golfo di Maderno, ai piedi del Monte Pizzocolo (1582 m) e del Monte Castello di Gaìno (866 m), che offrono panorami mozzafiato sul lago e la zona circostante. Toscolano e Maderno sono due centri ben distinti, divisi dal fiume Toscolano e riuniti in un solo comune nel 1928. La zona gode di un microclima del tutto particolare e paragonabile al clima mediterraneo.
STORIA
Maderno fu un centro molto antico, capoluogo della riviera e diventando sede, fino al 1362, della Magnifica Patria, come si definivano gli oltre quaranta Comuni della sponda bresciana riuniti in una federazione di comuni, che dal XII secolo al 1797 subì le sorti delle varie dominazioni, dai Visconti alla Serenissima. Fu residenza preferita dai Gonzaga, duchi di Mantova, che vi edificarono alcuni palazzi tra cui il Palazzo Nuovo, del XVII secolo che ebbe vita breve e fu distrutto, con l’adiacente palazzina del Serraglio, utilizzata per appuntamenti amorosi. Toscolano è forse uno dei borghi più antichi del Garda e sembra che qui sorgesse l’antica città di Benacum che diede il primo nome al lago di Garda, chiamato dai romani Benaco. Benacum, secondo la leggenda, fu distrutta nel 243 d.C. da un improvviso cataclisma che la travolse trascinandola nel lago assieme alla villa romana della famiglia dei Nonii Arii. A partire dal XIV secolo Toscolano fu comunque famosa per le fabbriche di carta che rifornivano numerose stamperie veneziane e parte del nord Italia, i cui resti che sono immersi in una suggestiva cornice naturalistica, contraddistinguono ancora oggi la cosiddetta Valle delle Cartiere.
COSA VEDERE A TOSCOLANO MADERNO
Toscolano Maderno offre vari monumenti artistici interessanti:
– la chiesetta di Sant’Andrea, nel golfo di Maderno, di struttura romanica con facciata in marmi policromi e finestra centrale, del X secolo ma rifatta nel XII;
– la chiesa parrocchiale di Sant’Ercolano patrono della riviera, del XVIII secolo, che conserva al suo interno un dipinto di Paolo Veronese;
– il Santuario della Madonna del Benaco situato all’interno del parco di una villa romana risalente al II secolo d.c., dove precedentemente erano stati edificati due templi pagani poi inglobati nel parco della villa, esso pertanto sorge sulle rovine del tempio dedicato a Giove Ammone. Tracce dell’antico luogo di culto pagano sono tutt’ora visibili agli occhi del visitatore all’esterno del santuario;
– la chiesa dedicata ai Santi Pietro e Paolo. Essa sorse durante il XVI secolo sulle spoglie di una precedente chiesa dedicata prima a Sant’Andrea e poi a San Domenico, fatta erigere a sua volta sui resti di un precedente tempio romano dedicato al dio Bacco. Essa inoltre viene ad essere anche una sorta di galleria personale della produzione pittorica di Andrea Celesti, dal momento che ospita una ventina di tele eseguite dal maestro e ispirata alla vita dei Santi titolari della chiesa, di Cristo e della Madonna. Le tele, maestose ed imponenti, riportano a Toscolano Maderno tutta l’atmosfera e il gusto di alcune chiese barocche presenti a Venezia, coniugandole con la tradizione artistica tipica della laguna;
– la Valle delle Cartiere, dove per secoli vi trovarono sede cartiere, fucine, calchere. L’intera Valle costituisce una straordinaria testimonianza di archeologia industriale e parco naturalistico che ne fanno uno dei più pregevoli siti di museo all’aperto a livello non solo nazionale ma anche europeo. Nel proprio centro di Eccellenza oltre alle visite guidate e ai laboratori didattici legati alla storia della carta, si organizzano manifestazioni culturali, mostre ed eventi del comune di Toscolano Maderno;
– i resti della Villa Romana del II secolo d. C., appartenuta alla nobile famiglia romana dei Nonii-Arii. La parte aperta al pubblico per le visite guidate, solo su prenotazione, prevede un percorso di visita che consente di accedere ad alcuni ambienti, di cui si conservano ancora i pavimenti a mosaico e ampie parti di pitture parietali.
A Toscolano si trova il Circolo Golf Bogliaco (il più antico green del lago di Garda), un incantevole luogo dove praticare questo nobile sport. Da Maderno parte anche il traghetto che porta in pochi minuti sulla sponda veronese, a Malcesine, da dove parte la nuovissima funivia panoramica dotata di cabine rotanti per salire ai 1800 metri del Baldo.
COSA FARE A TOSCOLANO MADERNO
Maderno e Toscolano possono contare su due piccoli golfi accoglienti e bellissimi, ideali per gli appassionati di vela, pesca e per tutti gli sport legati all’acqua, senza dimenticare le passeggiate nelle colline e trekking od escursioni in mountain-bike sulle montagne alle loro spalle. Maderno può vantare un lido bellissimo, ampio e ben servito, mentre Toscolano è famoso per i suoi grandi ed ombrosi campeggi. A Toscolano Maderno si può ancora gustare la vecchia e sana cucina legata ai pesci del lago, trote, alborelle (aole), sardine, anguille, lucci ed altri salmonidi. Nella zona vengono prodotti ottimi vini, oli ed agrumi (soprattutto limoni). A Toscolano Maderno si può trovare sistemazione per ogni gusto e possibilità. Nelle serate estive Maderno, come i paesi limitrofi del Garda, organizza serate musicali sul lungolago nella grande zona verde dell’ex Campo Ippico.