San Felice del Benaco accoglie il turista con il suo panorama incantevole. Primo paese della Valtenesi, subito a sud di Salò, esso è caratterizzato da una vegetazione lussureggiante contornata da vigneti e oliveti. Costruito su un promontorio morenico che si protende sul lago di Garda, tra il Golfo di Salò e il Golfo di Manerba del Garda il Comune di San Felice del Benaco è costituita da tre antichi borghi: S. Felice, Portese e Cisano. Il territorio è circondato da tre monti, il monte della Croce, il monte Campagnolo e il monte Santa Caterina. Il lago, con il suo microclima che consente la cultura mediterranea dei limoni e degli olivi, rende le estati meno afose e ventilate, mentre gli inverni si mantengono miti. Gioiello di San Felice è la sua Isola del Garda, la più grande del Lago di Garda, con il fascino della bellissima villa in stile neogotico veneziano e dei suoi giardini e della rigogliosa vegetazione; l’isola, di proprietà privata, da alcuni anni si può visitare.
STORIA
Abitata dalla preistoria, la zona di San Felice del Benaco è stata conquistata dai romani della cui presenza è testimoniata da vari reperti archeologici, tra cui figura una lapide dedicata a Nettuno, murata su una parete della chiesa parrocchiale. Sottomessa a varie dominazioni, da quella veronese e poi bresciana nel Medioevo, da quella Viscontea fino al XV secolo a quella francese e poi della Serenissima.
COSA VEDERE A SAN FELICE DEL BENACO
Il paese di San Felice che è l’antico San Felice Scovolo, conserva nel centro storico i resti dell’antico Castello, il Palazzo Rotingo, edificato nel XVII secolo ed ora sede del Municipio. Altri edifici carichi d’arte e cultura sono la Chiesa Parrocchiale di San Felice in stile barocco, che custodisce la Pala del Romanino, il Santuario del Carmine, antica chiesetta romanica costruita nel 1460 e retta dai Frati Carmelitani, il Monte di Pietà, oggi palazzo comunale, i resti di un castello medievale a Portese e il Palazzo Cominelli a Cisano. Sul promontorio di San Fermo, di fronte all’Isola del Garda, la omonima chiesetta del XV secolo offre un’immagine molto suggestiva del lago. La piccola frazione di Cisano, posta su una collina dalla quale si può ammirare il paesaggio incantevole del golfo di Salò, offre la possibilità di respirare, nel centro storico recentemente ristrutturato, un’atmosfera tranquilla in cui il tempo sembra essersi fermato a quando le mucche tornavano dal pascolo e si fermavano alla fontana della piazzetta per abbeverarsi. L’ Isola del Garda era abitata probabilmente fin dal periodo romano. Oggi deve il suo fascino alla straordinaria villa in stile neogotico veneziano, progettata dall’architetto Luigi Rovelli nei primi ‘900; un’imponente costruzione armonica, ricca di particolari architettonici sorprendenti. Vanta di una bellissima tela settecentesca di Carlo Carloni. Ai suoi piedi terrazze e giardini all’italiana digradano fino al lago. Tutt’intorno la vegetazione è rigogliosa e intatta, ricca di piante locali, esotiche, essenze rare e fiori unici. Una selva armonica di pini e cipressi, di acacie e limoni, di magnolie e agavi. L’isola del Garda è magia e mistero. Nel 1220 San Francesco d’Assisi vi fondò un romitorio poi sostituito da un convento di Minori osservanti dove nacque una scuola di teologia. Tra i personaggi illustri che vi soggiornarono San Antonio da Padova, San Bernardino da Siena e, vuole la leggenda, anche Dante Alighieri. L’Isola del Garda è stata per secoli espressione del più alto misticismo. L’Isola del Garda è di proprietà privata e può essere visitata da maggio a ottobre, usufruendo delle visite guidate della durata di due ore circa, che prevedono la partenza, in certi giorni della settimana, con un piccolo battello dalle località di Barbarano, da Gardone Riviera, Salò, Manerba del Garda, Portese, Bardolino e Garda ed include un piccolo aperitivo.
COSA FARE A SAN FELICE DEL BENACO
Durante la stagione estiva, che in alcuni anni comincia addirittura a Maggio e si prolunga per tutto Settembre, San Felice del Benaco offre bagni di sole e di acque trasparenti e pulite, gite in barca, tranquille pedalate sulle verdi piste ciclabili, vivaci mercatini, feste patronali, eventi in onore dei turisti. Stupende passeggiate nel verde delle colline da cui si aprono ampi panorami sul Lago di Garda, antichi borghi medievali e tanti edifici storici dalle mirabili architetture, pulite spiagge di ciottoli intervallate da porticcioli, sono solo alcune delle bellezze che San Felice è in grado di offrire. Da vedere e da godere a Portese è il suo Porto e la spiaggia adiacente. Trovate inoltre una delle più belle spiaggette del lago di Garda che è situata nella Baia del vento dove potrete praticare vari sport di acqua quali vela, windsurf e canoa.