La suggestiva cittadina di Riva del Garda, cuore pulsante del Trentino, si trova là dove il Lago di Garda termina per far spazio alle Dolomiti di Brenta, a un’altezza media di 65 metri sul livello del mare e conta circa 15000 abitanti. In passato ospitò turisti illustri quali Kafka, Nietzsche, Lawrence, i fratelli Mann. Riva sorge ai piedi dei monti Rocchetta e Baldo, la sua posizione la rende meta preferita di molti turisti che la scelgono ogni anno per l’aria buona, per le strutture alberghiere attrezzatissime e all’avanguardia, per la possibilità di fare sport (windsurf, alpinismo, trekking, canyoning, torrentismo), per la simpatia degli abitanti (rivani). Il clima favorisce la vegetazione tipica dell’area mediterranea: limoni, olivi, allori e palme, una vera oasi di Mediterraneo ai piedi delle Dolomiti di Brenta. Riva del Garda mantiene l’aspetto caratteristico dei paesi duecenteschi, con strade strette e palazzi signorili: il centro della città ha architettura tipicamente medievale, si affaccia direttamente sul lago ed è delimitato da strutture in stile lombardo-veneto (Palazzo Pretorio, Torre Apponale, la Rocca e Palazzo del comune). Riva del Garda è anche il polo fieristico del Trentino con le sue moderne strutture fieristiche e congressuali e con una lunga esperienza internazionale di grandi eventi culturali e sportivi.
STORIA
Riva del Garda ha origini molto antiche: abitata sin dall’epoca pre-romana (scavi effettuati presso il Monte San Martino hanno riportato alla luce un santuario), l’antica cittadina di Ripa faceva parte, nel periodo romano, del municipium di Brescia. Successivamente, fu dominata dai Goti, dai Longobardi, dai Franchi e, infine, dal Principe Vescovo di Trento. Da quel momento cominciò un periodo di continuo sviluppo, interrotto solo dalle due guerre mondiali, che portarono Riva ad essere una delle località turistiche più ambite di tutto il Nord-Est.
COSA VEDERE
Il centro di Riva del Garda affascina per l’arte e le opere d’architettura, testimonianze di storia antica e di un passato ricco di arte e cultura. Il giro in città prevede le seguenti visite:
• la Rocca, oggi sede del Museo Civico e della Pinacoteca;
• la Torre Apponale, anticamente luogo di commercio e fiere;
• il Palazzo Pretorio, che sotto la loggia ospita lapidi romane, medioevali e moderne, e lo storico Palazzo del Comune;
• la chiesa dell’Inviolata e la chiesa di S. Maria Assunta, importanti esempi di architettura barocca.
SPORT
Gli appassionati di sport troveranno a Riva del Garda e nell’area del Garda trentino ogni possibilità: vela e windsurf anzitutto, ma nelle immediate vicinanze diving, pesca, passeggiate, nordic walking, ciclismo di montagna, tennis, arrampicata libera, vie ferrate, canottaggio. E poi ancora parapendio, canyoning, equitazione, trekking, una vera palestra a cielo aperto.