In Trentino, a pochi km dal Lago di Garda, ti aspetta la Valle di Ledro, collocata a circa 700 metri slm, per farti trascorrere la tua prossima vacanza a contatto con la natura, facendo sport o in relax con la propria famiglia o i propri amici. Qui potrai godere della bellezza del Lago di Ledro, uno tra i più belli e puliti del Trentino. Acque limpide, dal cangiante color turchese, in cui tuffarsi nelle calde giornate estive oppure dove praticare la pesca, la vela e altri sport acquatici. Grazie alle sue acque balneabili, non troppo agitate dal vento, il Lago di Ledro è ideale per praticare differenti sport acquatici tra cui la canoa, il windsurf, la vela, il nuoto e la pesca. Molti non credono che si possa nuotare nei laghi per via delle correnti pericolose, invece il Lago di Ledro è assolutamente sicuro e si può considerare come una piscina gigante in cui nuotare senza problemi in acqua pulita che in estate raggiunge i 24 gradi. Ben 4 sono le spiagge ufficiali; a Molina si trova la più grande e la più esposta al sole; a Pur è la più tranquilla, adatta per coloro che non amano troppa confusione; a Pieve ce ne sono due, una che degrada più dolcemente verso il lago e una con campo da beach volley; a Mezzolago è direttamente sul lago, grazie ad una piattaforma galleggiante. Ogni spiaggia è dotata di servizi igienici, parco giochi e parcheggio. Inoltre ci sono bar, noleggio imbarcazioni e pedalò (tranne che a Pur), campo da beach volley (Pieve e Molina) e da tennis (Molina). Parte della spiaggia di Pur è stata delimitata e dedicata ai nostri amici a 4 zampe che potranno godersi la tintarella estiva e farsi un bel bagno assieme ai loro padroni. A Pieve è situato il Circolo Vela Lago di Ledro che oltre ad ospitare regate veliche di portata internazionale come il Woman Match Race – J22 e il Team Racing Ioda European Champioship per la classe Optimist, organizza corsi di vela per i ragazzi dagli 8 ai 15 anni durante tutto il periodo estivo. 
Anche l’Associazione A.S.D. Canoa – Kayak Storo – Ledro, con sede presso la spiaggia di Besta a Molina, organizza corsi e lezioni individuali, oltre a noleggiare l’attrezzatura. Anche gli amanti della pesca trovano un ambiente adatto, ricco di fauna ittica. Tra i pesci comunemente pescati nel lago troviamo la trota, il persico, l’alborella, il coregone, la tinca, il luccio e qualche anguilla. Per pescare nel lago è necessario avere un permesso di pesca dietro presentazione della licenza governativa di pesca e eventuale permesso FIPSAS, con cui il lago è affiliato. La valle è costituita da sei paesi, uniti ora nell’unica unione comunale di Ledro. Essi sono Bezzecca, Concei, Tiarno di Sopra, Tiarno di Sotto, Pieve di Ledro e Molina di Ledro. A Bezzecca ha avuto luogo la battaglia storica tra Garibaldini e Austriaci nel 1886 e proprio qui Garibaldi pronunciò il suo celebre “Obbedisco” (in risposta all’ordine del re Vittorio Emanuele II di abbandonare il Trentino). Ancora oggi la memoria di questo evento storico è presente sia attraverso i nomi di piazze, strade ed edifici sia grazie al piccolo Museo garibaldino dove si conservano i cimeli della suddetta battaglia. Concei è una piccola valle ricca di verde e di boschi circondata da monti, le cui vette arrivano anche a 2000 m (tra questi spicca il monte Cadria). La zona è sicuramente importante per la possibilità di escursioni a piedi o in mountain bike. Tiarno di Sopra, ultimo paese della Valle di Ledro, si situa al confine tra questa e la Val d’Ampola, luogo ideale per escursioni estive ed invernali. A Tiarno di Sopra, nonostante i numerosi incendi del Settecento e i bombardamenti delle due guerre mondiali, si conservano esempi tipici di architettura rurale e alcune abitazioni nobiliari. Il paese Tiarno di Sotto è conosciuto come paes dei siori per le case signorili visibili numerose facendo una passeggiata per il centro. Già abitato in epoca romana, come confermato da alcuni antichi reperti ritrovati sul territorio, è possibile ricondurre l’ampliamento del numero di abitazioni intorno al X secolo. Tra i monumenti degni di nota a Pieve di Ledro spiccano senza dubbio la chiesa dell’Annunciazione, presente già dal 1235, e l’antico municipio. E’ presente anche un piccolo museo della farmacia. L’antica farmacia Foletto, prima farmacia dell’intera valle e risalente all’Ottocento, conserva attrezzature e macchine utilizzate nel corso degli anni nel laboratorio farmaceutico. Il paese Molina di Ledro si trova vicino al lago ed è famoso soprattutto per il villaggio di palafitte risalente all’età del bronzo, i cui resti sono oggi conservati nel Museo delle Palafitte. Oltre che per il prestigioso paesaggio che lo circonda, il Lago di Ledro è famoso per il ritrovamento di importantissimi ritrovamenti archeologici, costituiti da un’estesa area a palafitte, risalenti al Bronzo Antico – Medio (220-1350 a.C.), situati sulla riva orientale del lago. Tale ritrovamento, scoperto in occasione del forte abbassamento delle acque del lago per la costruzione della Centrale idroelettrica, è il più importante in Europa per estensione, ricchezza di manufatti e buono stato di conservazione diventato Patrimonio dell’Unesco nel 2011. Per rendere pubblica una selezione dei reperti provenienti dall’adiacente zona archeologica, è nato il Museo delle Palafitte del Lago di Ledro, dove sono esposti oggetti di vita quotidiana di 4000 anni fa, sullo sfondo dei resti dell’antico villaggio palafitticolo, in modo da rendere comprensibile la vita durante l’Età del Bronzo. In anni recenti il Museo ha sviluppato una grande attitudine al dialogo con i visitatori, proponendo in luoghi attrezzati attività didattiche di grande successo, con laboratori di archeologia imitativa per le scuole e un programma di animazione estiva. Dal 2006 il Museo dispone di spazi, suggestivi e funzionali alle attività di animazione museale. Si tratta di un villaggio palafitticolo, che costituisce la scenografia più adatta alla simulazione della preistoria a scopo didattico e divulgativo. Il villaggio è situato nel prato antistante il Museo. Una piattaforma lignea a sbalzo sull’alveo del torrente Ponale sostiene le capanne, due di dimensioni contenute (3x6m), una più grande (5x8m).