Garda, come tutte le località situate sull’omonimo Lago, ha origini molto antiche, sono presenti sul suo territorio numerosi ritrovamenti risalenti alla preistoria. Gli insediamenti più frequenti sono quelli di tipo palafitticolo ma si trovano numerose tracce e reperti anche dell’età del bronzo, come tombe, vasi, ossa lavorate e ciotole. Sul Monte Luppia troviamo interessanti incisioni rupestri, figure tracciate dagli uomini su rocce, con soggetti diversi come dei guerrieri, animali e simboli. Abbiamo delle testimonianze anche del periodo Romano e dopo la sua caduta, questa località dovette far fronte a numerose invasioni barbariche e divenne punto nevralgico di un sistema di difesa contro gli invasori provenienti dalle Alpi. La zona di Garda ebbe tale importanza per la difesa della zona, da far cambiare il nome del lago dal precedente Benacus all’attuale Garda. Garda è ricca di ville e di percorsi nella natura. Il centro abitato è dominato dalla Rocca, fin dai tempi dei Longobardi.
LUOGHI D’INTERESSE
Chiostro della pieve – X secolo – La pieve di Garda è una delle più antiche della zona, perché nel sec. X aveva già un capitolo di canonici facenti vita comune, nonché chierici dislocati a Torri del Benaco e a Bardolino. Nel 1522 venne unita all’Ospedale Maggiore di Brescia. Dedicata a S. Maria, la pieve fu ricostruita dopo il terremoto del 1117 e quindi rimodernata e modificata nel 1824. Il suo campanile fu costruito nel 1571. Dell’antica costruzione medievale della pieve rimangono tracce murate nel campanile e nel chiostro.
Eremo dei Camaldolesi – XV secolo
Chiesa di S.Stefano – XVII secolo – La chiesa di S. Stefano è a fianco della strada che attraversa il paese, vicino al torrente della SS. Trinità. Esisteva di certo prima del 1687, data scolpita su una parete esterna. Nel 1877 fu innalzata e restaurata.
Chiesa di Santa Maria Assunta – XVIII secolo
Palazzo Fregoso
Palazzo dei Capitani – XIV secolo
Palazzo Cesare Fregoso – XVI secolo
Villa degli Albertini – XVI secolo
Villa Canossa – XVIII secolo
Punta San Vigilio – Punta San Vigilio, di proprietà dei conti Guarienti di Brenzone, forma una penisola che chiude a nord ovest il golfo di Garda. Sono presenti in questa piccola prominenza una villa, una chiesetta, una storica locanda, un porticciolo, la Baia delle Sirene. San Vigilio è sempre stato meta di visitatori illustri, tra i quali Maria Luigia duchessa di Parma, il re di Napoli, l’imperatore Alessandro di Russia, Winston Churchill, Laurence Olivier, Vivien Leigh e il principe Carlo d’Inghilterra.
SPORT
Garda, facendo parte di quell’incredibile e privilegiata zona del Lago di Garda, gode di una posizione e di particolari condizioni climatiche che lo rendono uno dei paradisi per gli appassionati di molti sport ed attività all’aria aperta. Molto praticati in questa zona la vela e il windsurf, facilitati dallo splendido lago e dai suoi venti tiepidi sempre presenti a gonfiare le vele. La bellezza ed estrema varietà del territorio permette belle escursioni in mountain bike godendo di panorami davvero belli, che spaziano dal lungolago fino ad inerpicarsi sulle alture che lo contornano, avendo in questo modo percorsi adatti a tutti i livelli di difficoltà. Molti modi quindi per vivere questo stupendo Garda, i più temerari hanno a disposizione il parapendio per volare sopra tutta la zona, ma anche il canottaggio per pagaiare tranquilli sulle coste. Se siete di attitudini più terricole, potete praticare il tiro con l’arco oppure l’equitazione e rimanere con i piedi per terra, notevoli le possibilità per le escursioni ma anche le arrampicate verso le alture vicine. Da vedere le bellezze del Parco Alto Garda Bresciano, che offre le sue particolarità e una biodiversità sia vegetale che animale per gli amanti della natura