Situata sulla sponda bresciana del lago di Garda, a poche braccia d’acqua da San Felice del Benaco, l’Isola del Garda è stata per secoli espressione del più alto misticismo (San Francesco vi aveva fondata una piccola comunità). Oggi deve il suo fascino alla straordinaria villa in stile neogotico veneziano, progettata dall’architetto Luigi Rovelli nei primi ‘900; un’imponente costruzione armonica, ricca di particolari architettonici sorprendenti.Vanta di una bellissima tela settecentesca di Carlo Carloni. Ai suoi piedi terrazze e giardini all’italiana digradano fino al lago. Tutt’intorno la vegetazione è rigogliosa e intatta, ricca di piante locali, esotiche, essenze rare e fiori unici: una selva armonica di pini e cipressi, di acacie e limoni, di magnolie e agavi. L’isola del Garda è magia e mistero. Il canto degli uccelli pare la gioiosa voce dell’anima di coloro che, nello scorrere dei secoli, l’hanno rispettata, curata e amata. Da Aprile a Ottobre l’isola è aperta a visite guidate e curata con passione dai Conti Cavazza, gli attuali proprietari. I fratelli Cavazza hanno aperto l’isola a visite guidate ed eventi con l’obiettivo di far conoscere il loro patrimonio così unico a tanti sconosciuto. Grazie a questa attività è stato possibile compiere importanti opere di restauro tutt’ora in corso e migliorare il parco secolare. Chi sceglie di vedere l’isola non visita solo una dimora storica, ma viene accolto da una calda atmosfera famigliare che lo porta a essere più un ospite che un visitatore.